Una delle cose più importanti da capire nella progettazione di calzature naturali è il termine "drop". In effetti, potremmo affermare che il drop zero è il punto centrale dell'indossare scarpe minimaliste.

Nella sua forma più elementare, il drop delle scarpe è la differenza di altezza tra il tallone e l'avampiede. Si va da un drop pari a zero, come nella maggior parte delle scarpe e degli scarponi Lems, ai 12 millimetri delle scarpe da corsa tradizionali, fino alle sbalorditive variazioni da tacco a punta dei tacchi alti come gli stiletti.

DIFFERENZA TRA DROP E STACK HEIGHT

Molte persone confondono il drop con altri elementi di design della scarpa, come l'altezza del tacco. Quest'ultima è una misura dell'altezza dell'ammortizzazione all'interno di una scarpa. Ad aumentare la confusione, le scarpe a drop zero possono essere realizzate con un'ammortizzazione nulla, bassa o elevata. In effetti, alcune scarpe da corsa "massimali" super ammortizzate hanno un drop minimo o nullo al di sopra dell'altezza dello stack.

Lems, ad esempio, preferisce un'ammortizzazione quasi nulla, perché la combinazione di zero drop e altezza minima dello stack pone il piede il più vicino possibile alla terra, dove è stato progettato per camminare.

"Ho provato la corsa a piedi nudi, minimale e massimale, e molte, molte scarpe diverse. Ho analizzato le scarpe e ho pensato a come le grandi aziende hanno sbagliato", afferma Andrew Rademacher, fondatore e designer di Lems.

"Continuo a imparare ogni giorno. La verità è che non esiste la scarpa perfetta per tutti e per chiunque. Ma oggi possiamo avvicinarci molto di più alla scarpa ottimale per ogni persona e per ogni attività che decidiamo di svolgere".

Heel to Toe Drop

IL DROP HA UN IMPATTO SU TUTTO IL CORPO

Il drop è la misura in cui la parte posteriore del piede è sollevata rispetto a quella anteriore. È più evidente nelle scarpe con il tacco alto e in molte delle mode di calzature alte e strette che hanno dominato le culture americane ed europee per secoli.

Continuiamo a voler sembrare più alti attraverso le nostre scarpe. Ma questo porta a problemi di salute di ogni tipo. Se si pensa che indossare i tacchi alti è come stare in punta di piedi tutto il giorno, è chiaro che non è naturale.

Questo angolo non solo danneggia i piedi, ma influisce anche sull'allineamento dell'intero corpo. Molti dei nostri dolori sono legati all'allineamento della colonna vertebrale o alla postura e l'uso di scarpe alte ci manda fuori strada.

Esistono numerose ricerche a sostegno del fatto che più una scarpa ha un'inclinazione elevata, più spinge il corpo in una posizione inclinata in avanti. Questo comporta un ulteriore stress per alcune articolazioni, in particolare per le caviglie, la pianta del piede e i muscoli del polpaccio.

Riportare il nostro corpo al modo in cui si muoveva all'inizio, cioè a piedi nudi, è l'unica soluzione a lungo termine per molti dei problemi di salute che dobbiamo affrontare. Possiamo spendere tonnellate di denaro in scarpe diverse che "correggono" l'allineamento o in plantari personalizzati, ma si tratta essenzialmente di grandi cerotti per i nostri piedi.

Il modo più naturale di camminare, pur proteggendo i nostri piedi, è quello di utilizzare scarpe a caduta zero, in cui il tallone e l'avampiede sono livellati e bilanciati per la nostra colonna vertebrale.

"Le nostre caviglie sono progettate per essere in questa posizione di caduta zero, quindi quando si aggiunge un tacco a una scarpa, la caviglia si trova in un angolo più alto e immediatamente l'articolazione della caviglia è fuori allineamento", dice Rademacher.

Ma il danno non si ferma alle caviglie.

LO SQUILIBRIO SI IRRADIA A TUTTA LA COLONNA VERTEBRALE

Le scarpe che presentano anche solo un minimo abbassamento iniziano a disallineare una serie di articolazioni. Ricordate che queste articolazioni sono state create per muovere il corpo a piedi nudi, sulla terra.

Camminare può sembrare semplice. Ma l'andatura umana coinvolge la metà dei 650 muscoli e delle 200 ossa del corpo, oltre a gran parte delle articolazioni e dei legamenti, secondo il dottor William A. Rossi, che approfondisce questo tema nell'articolo "Why Shoes Make 'Normal' Gait Impossible".

Heel to Toe Shoe Drop

In una scarpa con il tacco le dita dei piedi sono più appuntite e c'è più tensione sulla parte anteriore del ginocchio e meno su quella posteriore", spiega Rademacher. "Questo modifica i muscoli e i tendini e fa sì che il sedere si sporga e la schiena si inarchi. Questo porta anche a problemi alla banda IT e alla fine si ripercuote su tutta la colonna vertebrale".

Lo stesso vale per il dolore lombare. È molto probabile che il problema sia legato alla piattaforma centrale del vostro corpo, i vostri piedi, e alle scarpe che indossate.

L'ANGOLO DI DECLINO

È difficile immaginare che pochi millimetri di differenza tra la parte posteriore e quella anteriore del piede possano fare tanta differenza. Ma è così.

Forse un'analogia può aiutare. Quando una scarpa mette il tallone in posizione sollevata, il piede si trova a una pendenza del 20% circa. Questo è l'angolo di discesa dal tallone al piede. Confrontate la camminata con questa pendenza con la guida di un'auto su una collina ripida.

Gli esperti suggeriscono che qualsiasi pendenza superiore all'8% diventa pericolosa, perché c'è molto più peso sulla parte anteriore del veicolo. È carico e sbilanciato. Bisogna tenere i freni a fondo.

Con una scarpa con il tacco alto si sta in piedi e ci si muove a una velocità più che doppia. Ora immaginate di fare un'escursione su un terreno ripido con le stesse scarpe. Se il terreno stesso ha una pendenza del 20% e la vostra scarpa ha una pendenza del 20%, state in effetti raddoppiando la forza con cui atterrate sulla parte anteriore del piede, costringendo anche le dita e l'avampiede in modo innaturale nella scatola della punta della scarpa. Ahi.

Non c'è dubbio che la caduta delle scarpe stia causando danni. Ma non è mai troppo tardi per correggerlo. Restate sintonizzati per ulteriori informazioni su come passare dalle vostre scarpe normali a una scarpa a drop zero.

Additional Articles

Stivali da trekking a pianta larga: Qual è il vantaggio?

Se non avete mai provato un'escursione con un paio di scarponcini da trekking a punta larga, potreste provare dolore e fastidio inutili ai piedi.

Back to News