Per chi soffre di piede piatto, fascite plantare, tibia o altri disturbi ai piedi, la maggior parte dei commessi o dei medici prescriverebbe una scarpa con un buon plantare. Tuttavia, la maggior parte delle persone che indossano scarpe con plantare artificiale non rendono un buon servizio ai loro piedi.

Le calzature tradizionali contengono un arco plantare ammortizzato e un tacco impilato che, con il tempo, possono indebolire la muscolatura del piede, causando lesioni, deformità del piede e movimenti inefficienti.

Nelle scarpe minimaliste, invece, l'arco plantare non è sostenuto dalla scarpa, ma dai muscoli del piede.

Con il tempo, i muscoli del piede imparano a dipendere dall'arco plantare delle scarpe tradizionali e quindi si indeboliscono e non sono in grado di funzionare al meglio. L'arco plantare svolge un ruolo importante nel movimento, nell'equilibrio e nel rischio di lesioni.

Qual è il ruolo dell'arco plantare nei nostri piedi?

L'arco plantare corre lungo la parte centrale della pianta del piede ed è collegato al tallone e alla pianta del piede.

L'arco plantare svolge due funzioni principali:

  1. sostenere il peso del nostro corpo quando siamo in piedi
  2. Agire come molle che spingono il nostro corpo in avanti o verso l'alto durante attività come la corsa, il salto e la camminata.

L'arco plantare ci aiuta anche a fare presa durante attività come l'arrampicata sugli alberi o sulle rocce, anche se spesso non le svolgiamo a piedi nudi.

Ogni volta che atterriamo, l'arco assorbe l'urto del piede con il terreno. Quando l'arco si comprime, i legamenti e i tendini immagazzinano l'energia e la usano per spingere il corpo in avanti verso il passo successivo.

Le persone rientrano in una delle tre categorie di archi:

  • Arco piatto o basso
  • medio
  • Alta

La maggior parte delle persone ha un arco medio, mentre il resto rientra nelle altre due categorie.

La forma dell'arco plantare può cambiare nel tempo. I bambini nascono con i piedi piatti e l'arco plantare si sviluppa con l'età, spesso accelerato dall'uso di calzature tradizionali.

Altri motivi per cui la forma dell'arco plantare può cambiare sono la gravidanza, le calzature inadeguate, l'obesità, il diabete e l'età.

Perché le scarpe ammortizzate indeboliscono l'arco plantare

Come spiegato in precedenza, il ruolo dell'arco plantare è quello di fungere da molla e ammortizzatore per ogni atterraggio e decollo quando camminiamo o corriamo. Inoltre, ci mantiene in posizione eretta quando siamo in piedi.

Un piede sostenuto da un arco artificiale impara a fare affidamento sul supporto della scarpa piuttosto che sui muscoli del piede. Con il passare del tempo, i muscoli si indeboliscono e perdono elasticità, equilibrio e si infortunano.

Nelle società senza scarpe, gli studi hanno dimostrato che l'arco plantare è più alto, le dita dei piedi si allargano meglio e il piede è più flessibile. Le scarpe di forma naturale aiutano a mitigare alcuni di questi problemi causati dalle calzature tradizionali.

Il passaggio alle scarpe a piedi nudi può richiedere un po' di tempo e all'inizio può risultare scomodo, finché i muscoli del piede non diventano abbastanza forti da sostenere l'arco plantare.

Tuttavia, una volta che ci si abitua a indossare scarpe minimaliste, i piedi impareranno di nuovo a sostenere gli archi e a recuperare la muscolatura muscolare persa con le scarpe tradizionali.

Come l'ammortizzazione aggiunta influisce sulla corsa

Le scarpe da corsa tradizionali con supporto specifico per l'arco plantare possono ridurre la propulsione elastica fino al 17%.. Ciò significa che si perde efficienza a ogni passo, perché il corpo non si spinge in avanti come potrebbe.

Il motivo è che l'ammortizzazione delle calzature tradizionali limita di fatto la compressione dell'arco plantare, che non è in grado di flettersi e di entrare in contatto con il corpo in tutta la sua ampiezza.

Infatti, uno studio della McGill University ha rilevato che più imbottitura abbiamo, più forza imprimiamo al suolo. La conclusione è che ciò è dovuto al fatto che l'atleta avverte un senso di squilibrio dovuto al fatto che il piede è fisicamente più lontano dal suolo nelle scarpe con supporto.

L'aumento della forza dovuto all'ammortizzazione può anche risalire fino al ginocchio e all'anca, causando dolore. Questo perché i piedi non sentono la forza con cui colpiscono il terreno, grazie all'imbottitura.

L'impatto del colpo di tacco rispetto all'atterraggio con l'avampiede

Le scarpe ammortizzate tradizionali modificano la meccanica del nostro modo di atterrare. La maggior parte delle scarpe tradizionali ha un tallone leggermente rialzato, che determina un drop, ovvero la differenza tra l'altezza del tallone e quella della punta.

Questo dislivello è pensato per costringere il piede a un atterraggio con l'avampiede, ma in realtà non funziona proprio così. L'imbottitura del tallone disturba gli equilibri e provoca una conseguenza involontaria del colpo di tacco.

Ripetuti colpi di tacco possono causare lesioni, tra cui quelle all'anca e alle ginocchia, dolori alla schiena, distorsioni della cavigliae fascite plantare.

Il posto ideale per atterrare è l'avampiede, che assorbe lo shock della camminata e aiuta ad atterrare in modo più sicuro.

Inoltre, le stesse scarpe si restringono nella zona della punta, il che è noto per portare ad altri problemi del piede come bunioni e dita a martelloma tendono anche ad arricciarsi sulla punta del piede, limitando la flessibilità del piede.

Più chilometri si percorrono con le scarpe da corsa tradizionali, più il corpo si esercita a correre in una forma in cui non è stato progettato per farlo, causando potenzialmente lesioni e deformità del piede.

Additional Articles

Stivali da trekking a pianta larga: Qual è il vantaggio?

Se non avete mai provato un'escursione con un paio di scarponcini da trekking a punta larga, potreste provare dolore e fastidio inutili ai piedi.

Back to News