"Mi chiamo Chris Mello e quando ho scoperto che eri un saltatore con l'asta ho dovuto scriverti. Mi piace molto quello che state facendo con Stem Footwear. Sono stato un saltatore con l'asta al liceo per due stagioni e per un anno e mezzo al college. Come lei, ho sofferto di una serie di infortuni: borsite del tallone, fascite plantare, tendinite della tibia posteriore, tendinite della rotula e la peggiore di tutte: la sindrome compartimentale. Ho visitato diversi ortopedici e altri medici e nessuno di loro ha avuto risposte (alcuni hanno suggerito che fosse nella mia testa!). Inutile dire che ero molto frustrato. All'università, alla fine, ho abbandonato del tutto l'atletica perché ho iniziato a odiare la corsa, che era molto dolorosa. In seguito ho iniziato a fare molte escursioni e ho scoperto che potevo correre sui sentieri senza dolore. Senza saperlo, era perché avevo accorciato la mia falcata e iniziato ad atterrare più verso il mesopiede. Quest'anno ho iniziato a correre completamente a piedi nudi e finora è stato meraviglioso. Volevo fare troppo e troppo presto, quindi ho dovuto fare un po' di marcia indietro. Non so perché non me ne sono reso conto prima, ma quando ero più giovane e fino al liceo ero sempre veloce come i ragazzi più veloci quando ero a piedi nudi, ma se mettevo un paio di scarpe da ginnastica mi rallentava".

Saluti,
Chris

Additional Articles

Storia delle scarpe

Con l'evoluzione del tempo, si è evoluto anche il design delle scarpe. Inizialmente, le scarpe da ginnastica sono diventate comuni, guidate dal comfort e dalle prestazioni. Tuttavia, man mano che le scarpe sono diventate di moda, sono diventate più poco pratiche, guidate dall'aspetto più che dal comfort.

Diamo uno sguardo più approfondito alla storia delle calzature e capiamo come il design delle scarpe di oggi abbia creato una serie di problemi ai piedi, tra cui bunioni, dita a martelloe altro.

Back to News